Home  /   Mission

Nel corso del 2011, a seguito del rinnovo del Consiglio di Amministrazione, è stato redatto il nuovo documento di Pianificazione Generale Triennale 2011-2014. In esso sono indicati come obiettivi globali la prosecuzione dell’opera di consolidamento della Cooperativa e l’investimento prioritario su risorse umane interne capaci di assicurare un agevole ricambio generazionale, nel rispetto della necessaria continuità e gradualità.
Richiamiamo, di seguito, le principali azioni previste e i relativi interventi già avviati:

1. Miglioramento dei livelli efficienza:

  • implementare il sistema di Controllo di Gestione utile alla rilevazione, elaborazione e diffusione dei dati economici e di gestione per promuovere interventi di miglioramento dei livelli di efficienza;
  • 2. Sviluppo e diversificazione delle attività e dei servizi:

  • partecipare alle attività del Consorzio Elpendù per favorire lo sviluppo di nuovi servizi e per mantenere e/o ampliare gli attuali livelli occupazionali;
  • investire nella progettazione dei servizi previsti nei Piani Sociali di Zona degli ambiti territoriali di Andria, Trani, Spinazzola e Gravina;
  • proseguire le attività del progetto “Una chance per la vita”, finanziato dalla Regione Puglia, per la Realizzazione e Gestione di una “Casa famiglia o Casa per la vita per persone con problematiche psicosociali”, ex art. 70 del R.R. 4/2007, nel Comune di Poggiorsini sul terreno di proprietà della cooperativa.
  • 3. Accreditamento Istituzionale:

  • sollecitare, a livello regionale, il rilascio dell’accreditamento istituzionale a tutte le strutture riabilitative psichiatriche, che ne sono prive pur avendo già ottenuto il parere favorevole da parte delle autorità competenti incaricate dal Servizio Accreditamento e Programmazione Sanitaria della Regione Puglia;
  • garantire, a livello interno, un efficace monitoraggio tecnico ed organizzativo per assicurarne il mantenimento.
  • 4. Comunicazione interna ed esterna:

  • favorire l’informazione e la partecipazione dei soci nelle scelte di politica aziendale e nella definizione dei regolamenti interni, anche per sostenere adeguati livelli di coesione;
  • sviluppare più efficacemente la comunicazione esterna, alla luce della parziale attuazione della pianificazione precedente; in tal senso vanno sostenute le numerose iniziative promosse sui territori in cui operiamo, oltreché la pubblicazione e la diffusione del periodico informativo “Il Sommergibile”, realizzato dagli ospiti delle strutture, e il rilancio del nuovo sito web della cooperativa (www.questacitta.it), che ci consentirebbe di corrispondere meglio alle attese.
  • 5. Innovazione delle risorse umane, tecnologiche e strumentali:

  • investire in formazione, in strumenti tecnologici adeguati ai livelli di complessità e funzionalità raggiunti, in attrezzature e dispositivi utili a mantenere i luoghi di lavoro sempre sicuri, dignitosi e vivibili; avviare una specifica azione di formazione e di crescita professionale dei quadri per realizzare un agevole ricambio generazionale, a livello dirigenziale e strategico.
  • 5. Miglioramento del Sistema di controllo direzionale:

  • la pianificazione triennale, nel perseguire tale obiettivo, richiede una programmazione integrata da parte dei diversi gruppi di lavoro, onde evitare il rischio dei compartimenti stagni;
  • inoltre, occorre proseguire lo sviluppo del Sistema Reporting, utile alla rilevazione e diffusione dei dati economici e gestionali per promuovere azioni di miglioramento organizzativo. Tale strumento, che è andato a regime dallo scorso anno, ci ha consentito di migliorare notevolmente il controllo di gestione per centri di costo e siamo fiduciosi che permetterà, ai vari livelli organizzativi, di individuare le più efficaci strategie d’intervento per incrementare l’efficienza del sistema aziendale e per rispondere ai prossimi impegni.
  • 7. Implementazione del Sistema di Gestione della Qualità:

  • mantenimento dei requisiti per la Certificazione di Qualità ISO 9001:2008 per la ”Progettazione e Gestione del Servizio di Riabilitazione Psichiatrica in regime Residenziale e Diurno”.